Credem: "Nel 2022, oltre 1.000 dipendenti adotteranno il lavoro agile"

- di: Daniele Minuti
 
Gruppo Credem fa un passo importante verso la trasformazione dell'organizzazione lavorativa all'interno dell'Istituto: con una nota ufficiale, la banca ha infatti annunciato di voler ristrutturare la struttura in base alla metodologia agile, in modo da rispondere ai cambiamenti normativi, culturali, sociali ed economici dei tempi.

Credem: "Nel 2022, oltre 1.000 dipendenti adotteranno il lavoro agile"

L'obiettivo che Credem si pone è quello di migliorare la capacità di fornire servizi alla clientela, che siano al passo coi tempi e con le esigenze del mercato: nel progetto saranno coinvolte oltre 1.000 persone entro la fine del 2022 e ad esse saranno erogate altrettante ore di formazione, con progetti dedicati e investimenti mirati all'innovazione.

Il percorso è stato illustrato in un evento interno coordinato dalla responsabile business strategy execution di Credem, Antonella Indelicato (nella foto), il dg Nazzareno Gregori, il coordinatore dell’Area Futuro Francesco Reggiani, il direttore del personale Andrea Bassi, il responsabile organizzazione Ettore Corsi, il chief information officer Mauro Torelli e il chief innovation officer Piergiorgio Grossi. Nell'evento è stato chiarito come l'introduzione della metodologia sarà supportata dalla società di consulenza Agile Reloaded, che erogerà anche i corsi di formazione.

Antonella Indelicato, responsabile business strategy execution di Credem , ha commentato: "Crediamo fortemente che la diffusione della metodologia agile nell'organizzazione del lavoro possa essere un vero vantaggio competitivo per il nostro Gruppo. Tale approccio è infatti molto più di un insieme di meccaniche e di tecnicismi, ma rappresenta un modo per rafforzare ancora di più il lavoro di squadra per raggiungere l’obiettivo comune di offrire ai nostri clienti dei servizi che, rispetto alle loro esigenze, siano sempre più adatti ed adattabili. Vogliamo inoltre aiutare l’organizzazione a poter essere sempre più reattiva rispetto alle mutazioni che il nostro stesso mercato ci chiede. Tale caratteristica", ha concluso Indelicato, "ha storicamente costituito un vantaggio competitivo del Gruppo e vogliamo che rimanga tale anche in futuro".
Il Magazine
Italia Informa n° 4 - Luglio/Agosto 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli