E-commerce: le associazioni europee dei consumatori all'attacco di Temu

- di: Redazione
 
Le associazioni europee dei consumatori hanno presentato oggi una denuncia contro la piattaforma cinese di commercio online Temu, accusandola di manipolazione degli utenti di Internet e di violazione del regolamento Ue sui servizi digitali. Temu, che conta più di 75 milioni di utenti mensili nell'UE, "è pieno di interfacce ingannevoli - 'dark pattern' - per incoraggiare i consumatori a spendere di più sulla piattaforma", spiega Monique Goyens, direttore generale dell'Organizzazione europea dei consumatori ( BEUC).

E-commerce: le associazioni europee dei consumatori all'attacco di Temu

Questa federazione di associazioni e 17 dei suoi membri hanno presentato una denuncia contemporaneamente alla Commissione europea e alle autorità nazionali competenti.
Su Temu, sostiene ancora Monique Goyens, "ai consumatori vengono offerte versioni diverse e più costose quando hanno cliccato su un determinato prodotto e si trovano ad affrontare un percorso a ostacoli quando vogliono chiudere il proprio conto''. Da febbraio la DSA, il regolamento dell'Ue sui servizi digitali, ha imposto, sotto pena di sanzioni, nuovi obblighi a tutte le piattaforme online per tutelare meglio gli utenti dai contenuti illegali.

Il regolamento vieta, ad esempio, le interfacce ingannevoli e impone una maggiore trasparenza sugli algoritmi utilizzati per prendere di mira gli utenti di Internet. Richiede il controllo dell’identità dei venditori sulle piattaforme e il blocco dei truffatori ricorrenti.
Temu, secondo il Beuc, "spesso non fornisce ai consumatori informazioni cruciali sui venditori dei prodotti e quindi non è in grado di indicare se il prodotto soddisfa i requisiti di sicurezza dell'UE''.
Grazie ad una aggressiva politica di prezzi bassi, la piattaforma cinese di e-commerce ha conosciuto una crescita fulminea in Europa. Ma, dice ancora l'Organizzazione europea dei consumatori, ''non fornisce informazioni sufficienti sui suoi sistemi di raccomandazione e su come i diversi criteri che utilizza portano ad offrire determinati prodotti''.

Temu viola la normativa UE, afferma il BEUC. L'associazione italiana dei consumatori Altroconsumo ha testato 13 prodotti cosmetici venduti sulla piattaforma in ottobre e ha scoperto che nove di essi non specificavano, o lo facevano solo parzialmente, l'elenco degli ingredienti.
All'inizio di quest'anno, la Federazione tedesca delle organizzazioni dei consumatori (VZBV) ha accusato Temu di pubblicare recensioni fuorvianti sui prodotti venduti e di ingannare i consumatori riguardo alla visualizzazione di riduzioni di prezzo. Ha ottenuto da Temu delle modifiche che però attualmente si applicano solo al mercato tedesco.
Notizie della stesso argomento
Trovati 63 record
Pagina
1
18/06/2024
MITO Technology-Cleantech For Italy: "Raccolti 322,3 milioni in Italia"
18/06/2024
ABI: FEduF lancia il progetto dell'Alleanza per l'Educazione Finanziaria
18/06/2024
Nextchem (MAIRE): KT si aggiudica progetto da 400 milioni per impianto diesel rinnovabile ...
18/06/2024
Gellify acquista Noba Ventures: "Mercato iberico punto di riferimento per l'innovazione in...
18/06/2024
Il gabbione di Maccaferri: celebrati i 130 anni
18/06/2024
Generalfinance acquisisce il 96% del capitale di Workinvoice
Trovati 63 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli