Il Fondo monetario internazionale alza le previsioni di crescita globale

- di: Redazione
 
L'FMI ha alzato, leggermente, le sue previsioni di crescita globale e spiegando la sua indicazione con un'economia ''sorprendentemente resistente'', davanti a inflazione e scelte di politica monetaria.
Per il 2024, quindi, il Fondo monetario internazionale ha elaborato una stima di crescita globale che dovrebbe attestarsi sul 3,2%, quindi con un lieve aumento dello 0,1 rispetto alle previsioni di gennaio e, comunque, in linea con la proiezione di crescita per il 2023.

Il Fondo monetario internazionale alza le previsioni di crescita globale

Lo stesso tasso di espansione, ovvero al 3,2%, è previsto per il prossimo anno. Per Pierre-Olivier Gourinchas, capo economista dell'FMI, ''nonostante le previsioni cupe, l’economia globale rimane straordinariamente resiliente, con una crescita costante e un rallentamento dell’inflazione quasi con la stessa rapidità con cui è aumentata''.
La crescita globale sarà trainata dalle economie avanzate, cioè da Stati Uniti (che hanno recuperato interamente lo shock della pandemia di Covid-19) e la zona euro (che mostra forti segnali di ripresa). A bilanciare il trascinamento delle economie più forti ci sarà la perdurante debolezza della Cina e di altre emergenti. 
Attenzione, in particolare, è stata riservata alla situazione cinese, che paga pesantemente la crisi del comparto immobiliare. Nel rapporto odierno dell'FMI, la politica fiscale più accomodante, il calo dell’inflazione e i progressi nel campo dell’intelligenza artificiale sono stati citati come potenziali motori della crescita.
L’FMI prevede che l’inflazione complessiva globale scenderà da una media annua del 6,8% nel 2023 al 5,9% nel 2024 e al 4,5% nel 2025, con le economie avanzate che torneranno ai loro obiettivi di inflazione prima dei mercati emergenti e delle economie in via di sviluppo.

Nonostante le prospettive più rosee di martedì, la crescita globale rimane bassa rispetto agli standard storici, in parte a causa della debole crescita della produttività e della crescente frammentazione geopolitica. Le previsioni quinquennali del FMI vedono una crescita globale al 3,1%, il livello più basso degli ultimi decenni.
Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli