Trump contro l'OMS: "Chiarezza entro un mese o stop ai finanziamenti dagli USA"

 

Donald Trump attacca nuovamente l’Organizzazione Mondiale della Sanità e conferma la possibilità di sospendere i finanziamenti a essa rivolti. Il presidente degli Stati Uniti ha diffuso sul suo profilo Twitter una lettera inviata a  Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell’OMS, in cui punta il dito con toni estremamente aspri sulla negligenza dell’Organizzazione e sulla sua eccessiva accondiscendenza nei confronti della Cina riguardo la pandemia da Coronavirus.

Nelle quattro pagine inviate da Trump si leggono le numerose contestazioni nei confronti dell’OMS, accusata di non aver fornito ricostruzioni credibili sulla diffusione del virus che “stando ad alcune segnalazioni (compresa la rivista Lancet) circolava già a dicembre a Wuhan, con l’OMS che era a conoscenza della diffusione fra esseri umani già dalla fine del 2019”.

I giudizi poco accurati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sarebbero legati alla sua “eccessiva vicinanza alla Repubblica popolare cinese” e secondo il presidente degli USA, questi errori stanno facendo pagare un prezzo altissimo a tutto il mondo.

Una delle colpe maggiori sarebbe quella di aver difeso la Cina dalle accuse di occultamento dei dati sul Covid-19, decisione che avrebbe favorito la diffusione del virus anche oltre i confini del paese che ha rappresentato il focolaio originale.

La lettera di Donald Trump termina con un vero e proprio ultimatum nei confronti dell’OMS: “C’è bisogno di agire in fretta, non abbiamo tempo da perdere: se non saranno presi provvedimenti per migliorare la situazione entro 30 giorni, sarò costretto a bloccare i finanziamenti statunitensi all’Organizzazione, valutando anche di interrompere la nostra adesione. Non posso permettere che i soldi dei miei cittadini vadano a finanziare un’entità che non sta agendo a favore degli USA”.

Una presa posizione forte quella di Trump, al centro di aspre critiche per la sua gestione del paese durante l’emergenza Corovanirus. Il presidente però continua la linea dura nei confronti dell’OMS chiedendo a chiare lettere di dimostrare l’indipendenza dalla Cina, anche a costo di congelare i finanziamenti verso un’organizzazione di cui gli USA fanno parte dal 1948, data della sua fondazione ufficiale.

Il Magazine
Italia Informa - N°4 Luglio-Agosto 2021
Iscriviti alla Newsletter
 
Le ultime Notizie