Elezioni 2022 - Chi ha detto cosa (7 settembre)

- di: Diego Minuti
 
Luigi Di Maio

È chiaro che ormai la Russia ha deciso di entrare direttamente nella campagna elettorale di uno Stato sovrano e sta giocando un ruolo che è chiaramente di ingerenza. Per questo io invito tutte le forze politiche italiane a rimandare indietro queste ingerenze. Putin sta ricattando l'Europa ed è per questo che l'Italia deve intervenire calmierando le bollette.

Enrico Letta

Non bisogna credere alla vittoria annunciata della destra. E comunque non governeranno, vinceranno, ma non governeranno. E a quel punto rientrerà in gioco tutto. La peggiore legge elettorale che ha visto il nostro Paese potrebbe dare uno scenario da incubo: con il 43 per cento dei voti la destra potrebbe arrivare al 70 per cento dei seggi in Parlamento. Abbiamo 17 giorni per cambiare la storia del nostro Paese ed evitare che l'allarme per la democrazia italiana diventi realtà. Un più 4% di voti a noi consentirebbe di tenere la destra sotto il 55 per cento e riportare la partita nella sfera della contendibilità.

Giorgia Meloni

Letta definisce il Rosatellum ''la peggiore legge elettorale che ha visto il nostro Paese''. E ha ragione. Non a caso è stata scritta e imposta dal Pd, con il voto contrario di FdI.

Angelo Bonelli

Giuseppe Conte è stato premier di ben due governi in cui il Movimento 5 Stelle aveva il 32 per cento dei consensi. E cosa ha fatto per l'ambiente? Nulla, se non provvedimenti contraddittori e sbagliati. Non può sventolare ora la bandiera ambientalista: le chiacchiere stanno a zero.

Giuseppe Conte

Il reddito di cittadinanza è una riforma epocale, un sistema di protezione sociale. Su questo non scherzerei: è vergognoso che i politici che vivono da 20-30 anni con 500 euro al giorno si stiano accanendo a fare la caccia ai poveri per togliere loro 500 euro al mese. Il ''furbetto del reddito'' ci sarà sempre quando ci saranno interventi dello Stato, ma in questo caso è meno dell’1%.

Massimo Bugani (ex 5 Stelle)

Ogni volta che in questi anni ho utilizzato la parola ''sinistra" nei miei interventi pubblici ricevevo subito una telefonata da Roma. "Noi non siamo di sinistra - mi dicevano - prendiamo anche voti di destra. Tu ci fai perdere voti. Usa la parola progressista, ma non dire mai “sinistra”. Conte? Lo credevo l'uomo del futuro, invece ci riporta al passato.

Flavio Tosi (Forza Italia, ex Lega)

Salvini ha progressivamente snaturato la Lega, da secessionista e anti-euro ha fatto una virata a 360 gradi. Oggi la mia candidatura è di territorio, una di quelle scelte che avrebbe fatto la Lega Nord. Lui invece le ha calate tutte dall'alto, qualcosa di inaccettabile per dirigenti e militanti. All'epoca rompemmo perché lo statuto diceva che le segreterie regionali dovevano decidere le candidature, mentre lui voleva farle passare tutte da via Bellerio.

Giuseppe Conte

Fico, Taverna, Bonafede, Toninelli non ci mancheranno perché ci aiuteranno. La regola della turnazione andrebbe adottata da tutte le forze politiche, per non diventare mestieranti della politica, per non finire attaccati alla poltrona.

Maria Elena Boschi

Tra il 2014 e 2018 - con i governi di Renzi e Gentiloni - i posti di lavoro sono cresciuti di 1.273.000 grazie al JobsAct: circa la metà a tempo indeterminato. Questi sono i numeri. Il Pd che attacca il JobsAct per sposare il reddito di cittadinanza insegue i grillini sulla strada del populismo.

Matteo Renzi

Letta è partito con l'agenda Draghi per poi abbracciare Fratoianni e l'abolizione dei jet privati. È passato dal jobs act al reddito di cittadinanza. Letta non va attaccatom, ma va tutti i giorni ringraziato perché ci sta facendo una campagna elettorale che nessun comunicatore avrebbe immaginato. Ogni giorno ci fa un nuovo assist.

Enrico Letta

Il Rosatellum è stato scelto dal Pd? Ha ragione Meloni, lo impose Renzi pensando di prendersi il 70 per cento del Parlamento, poi è andata come è andata. Renzi impose questa legge elettorale perché pensava a se stesso. Ma questo non cambia le carte in tavola, questa non è una legge elettorale proporzionale, ma molto maggioritaria, chi vota per il Terzo polo e il M5S favorisce il centrodestra».

Carlo Calenda

Salvini, Berlusconi e Conte, durante l’offensiva della Russia contro l’Italia, tornano a sostenere le ragioni di Putin. Non è un caso che siano gli stessi leader che hanno fatto cadere Mario Draghi. Attenti!

Giuseppe Conte

Draghi è stato osannato, ma ci ha portato allo stallo. È una personalità prestigiosa, con un curriculum eccezionale, ma non gli possiamo consegnare cambiali in bianco, l'uomo solo al comando non funziona e non ha funzionato: l'energia è solo una delle cose, quella più grave, ma ce ne sono tante".
Il Magazine
Italia Informa n° 5 - Settembre/Ottobre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli