Roma Tiburtina, totem multimediale per ricordare la Shoah. Ferraris (FS): "La memoria deve restare viva"

- di: Barbara Leone
 

«Portiamo persone, passeggeri, sogni e, in tempi di guerra, siamo stati purtroppo costretti a portare uomini, donne e bambini in luoghi dove sono state consumate delle atrocità. Iniziative come questa servono non solo per commemorare, ma anche per essere strumento di riflessione per le generazioni future. La memoria deve restare viva ogni giorno, quotidianamente. Perché la convivenza civile si costruisce sempre e non solo nei momenti di commemorazione». E’ con queste sentite parole che l’Amministratore delegato del Gruppo FS Luigi Ferraris che, alla stazione di Roma Tiburtina, ha inaugurato un totem multimediale per ricordare le oltre mille donne, uomini e bambini di religione ebraica che il 18 ottobre 1943 furono deportati da Roma verso il campo di Birkenau.

Roma Tiburtina, totem multimediale per ricordare la Shoah. Ferraris (FS): "La memoria deve restare viva"

All’inaugurazione presenti anche il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, la Senatrice della Repubblica Italiana Ester Mieli, il Presidente della Regione Lazio Francesco Rocca, il sindaco di Roma Roberto Gualtieri, il Presidente della Comunità Ebraica di Roma Victor Fadlun e il Presidente della Fondazione Museo della Shoah Mario Venezia.

Il video, realizzato anche con il contributo dell’Istituto Luce - Cinecittà, che si può visionare sul totem racconta la testimonianza di alcuni dei 16 sopravvissuti alla deportazione, 15 uomini e 1 donna, nessun bambino.  La presenza dei totem nelle stazioni, crocevia di culture e luogo di incontro e confronto, rappresenta un monito a non cedere all’indifferenza e un invito alla riflessione per contrastare ogni forma di violenza e discriminazione. Il progetto del binario della Memoria, promosso da Ministero della Cultura, Gruppo FS, Comunità Ebraica di Roma e Fondazione Museo della Shoah, ha preso il via lo scorso anno con il primo totem informativo al Binario 21 della Stazione di Milano Centrale, dal quale tra il 1943 e il 1944 migliaia di ebrei e oppositori politici vennero deportati dai nazifascisti ad Auschwitz-Birkenau, Mauthausen e altri campi di sterminio e di concentramento o di raccolta come Fossoli e Bolzano.

Il Magazine
Italia Informa n° 2 - Marzo/Aprile 2024
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli