Trasporti, Iata: "Quest'anno voleranno 4,35 miliardi di passeggeri, quasi come nel 2019"

- di: Redazione
 
Le compagnie aeree prevedono di trasportare 4,35 miliardi di passeggeri in tutto il mondo quest'anno, non lontano dal record di 4,54 miliardi del 2019, prima della pandemia di Covid-19. Questa vigorosa ripresa dei traffici, grazie in particolare alla riapertura della Cina, si tradurrà in un ritorno ai profitti per i vettori. Si prevede che quest'anno realizzeranno un utile netto di 9,8 miliardi di dollari, il doppio di quanto previsto in precedenza dalla IATA, che ha anche dimezzato le sue stime di perdita per il 2022 a 3,6 miliardi di dollari.

Trasporti, Iata: "Quest'anno voleranno 4,35 miliardi di passeggeri, quasi come nel 2019"

Le entrate complessive delle compagnie aeree dovrebbero raggiungere gli 803 miliardi di dollari, vicino agli 838 miliardi di dollari nel 2019, secondo la principale associazione di compagnie aeree, che ha quindi rivisto al rialzo le sue precedenti proiezioni a dicembre (779 miliardi).
Anche se quest'anno i margini operativi del settore rimarranno molto bassi, all'1,2%, questi profitti, i primi dall'inizio della pandemia, segneranno un netto miglioramento rispetto ai 42 miliardi di dollari persi nel 2021 e alla voragine del 2020 (137,7 miliardi).

Tuttavia, non tutte le aree geografiche torneranno a guadagnare quest'anno, ha avvertito la IATA. I vettori nordamericani, europei e mediorientali dovrebbero essere in gran parte in verde, rispettivamente con 11,5 miliardi, 5,1 miliardi e 2 miliardi di dollari cumulativi. Ma le aziende della regione Asia-Pacifico (-6,9 miliardi di dollari), America Latina (-1,4 miliardi) e Africa (-500 milioni) rimarranno in deficit quest'anno, avverte l'associazione.

''La performance finanziaria delle compagnie aeree - ha detto Willie Walsh, direttore generale della Iata - è migliore del previsto. La maggiore redditività è supportata da diversi sviluppi positivi: la Cina ha revocato le restrizioni Covid-19 prima del previsto. I ricavi delle merci rimangono più alti rispetto a prima della pandemia, anche se i volumi no. E i costi iniziano a scendere. Il prezzo del cherosene, sempre alto, si è contratto nel corso del primo semestre''.
Notizie della stesso argomento
Trovati 21 record
Pagina
1
23/07/2024
Progetto Cities, indagine Confcommercio-SWG: gli italiani vogliono più negozi nelle città
23/07/2024
Fondazione CDP: oltre 1.000 giovani coinvolti nel Dynamo City Camp a Napoli
23/07/2024
Carceri, Antigone: sovraffollamento a livelli di guardia con 4000 detenuti in più in un an...
23/07/2024
Sequestro record da 120 milioni per Amazon, accusata di frode fiscale
23/07/2024
EDF, Edison, Ansaldo Energia e Ansaldo Nucleare: siglato un MoU per lo sviluppo del nuclea...
23/07/2024
Turismo in bici, il nuovo trend in crescita del 2024
Trovati 21 record
Pagina
1
Il Magazine
Italia Informa n° 3 - Maggio/Giugno 2024
Newsletter
 
Iscriviti alla nostra Newsletter
Rimani aggiornato su novità
eventi e notizie dal mondo
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli