Cassa Centrale conferisce le prime due borse di studio in collaborazione con l'Università di Trento

- di: Redazione
 
Cassa Centrale ha conferito le prime due borse di studio relative all'accordo quinquennale siglato lo scorso anno con l'Università di Trento,  che prevede la donazione di 150.000 euro totali entro il 2025.

Cassa Centrale conferisce le prime due borse di studio in collaborazione con l'Università di Trento

Il Presidente di Cassa Centrale Banca Giorgio Fracalossi ed il Rettore Flavio Deflorian hanno consegnato personalmente le pergamene di riconoscimento per la conclusione dei progetti di ricerca assegnati nel bando dell'anno 2021/2022, mentre i due borsisti (Ahmed Almustfa Hussin Adam Khatir per il dipartimento di Economia e Management e Dominika Agnieszka Klopotek per quello di Sociologia e Ricerca Sociale) hanno presentato i propri elaborati di fronte alla platea.

Nella cerimonia, è stato annunciato il nuovo corso della collaborazione che si concretizzerà in 4 borse di studio a partire dal 2023, per un valore di 7.500 euro ciascuna: due riservate a studentesse del corso di laurea magistrale in Finanza dell'Università di Trento e due per studenti e studentesse del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, con tesi che dovranno riguardare temi legati alla comunicazione organizzativa interna ed esterna nel settore economico e creditizio.

Giorgio FracalossiPresidente di Cassa Centrale Banca (nella foto), ha commentato: "La migliore eredità vive nella conoscenza, siamo fieri che le borse di studio che abbiamo istituito insieme all'Università di Trento possano aiutare concretamente ragazze e ragazzi che si specializzeranno negli ambiti di interesse e di studio di Giulia, apprezzata dipendente della Direzione Finanza e di Luigi, stimato giornalista e comunicatore. Con questo progetto abbiamo voluto trovare un modo per ricordare e onorare la memoria del loro impegno e del loro operato presso Cassa Centrale Banca".

Flavio Deflorian, Rettore dell'Università di Trento, ha aggiunto: "Per il primo anno abbiamo deciso insieme di sostenere due percorsi di ricerca post laurea. Per il secondo anno, insieme a Cassa Centrale abbiamo deciso di concentrarci sull'accesso vero e proprio agli studi universitari, per il percorso magistrale, premiando studenti e studentesse sulla base del merito e della condizione economica. Una decisione che ci permette di allargare la platea a un numero maggiore di destinatari".

Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2022
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli