Isolato a Roma primo virus sinciziale in Italia

- di: AdnKronos
 
"E' stato appena isolato il virus respiratorio sinciziale in un bimbo di 3 mesi al Policlinico Umberto I di Roma. E' il primo caso della stagione in Italia". A darne notizia è Fabio Midulla, presidente della Società italiana di malattie respiratorie infantili (Simri). Due giorni fa, sempre nel policlinico romano, il virus era già stato osservato in una bambina di 2 mesi, "ma si trattava di una bimba proveniente dalla Danimarca, un caso importato quindi", specifica il pediatra. Il virus respiratorio sinciziale (Rsv) è la causa più comune di bronchiolite - un'infiammazione delle piccole vie aeree dei polmoni - e di polmonite nei bambini sotto i due anni, ma può infettare bambini di qualsiasi età, anche se è più comune in quelli tra i 2 e gli 8 mesi. Il Rsv è molto diffuso e contagioso, e, come il virus dell’influenza provoca epidemie annuali. Si trasmette per via aerea - attraverso l'inalazione di goccioline generate da uno starnuto o dalla tosse - o per contatto diretto delle secrezioni nasali infette con le membrane mucose degli occhi, della bocca o del naso. Il periodo di maggiore contagiosità è compreso tra novembre e aprile, con un picco nei mesi di gennaio, febbraio e marzo. Il periodo di incubazione (tempo che intercorre tra l'esposizione e i sintomi) è di circa quattro-sei giorni.
Il Magazine
Italia Informa n°6 - Novembre/Dicembre 2023
Iscriviti alla Newsletter
 
Tutti gli Articoli
Cerca gli articoli nel sito:
 
 
Vedi tutti gli articoli